Serie A1, Società

Roma Nuoto corsara a Palermo! Battuto il Telimar 7-12

Telimar Palermo – Roma Nuoto 7-12 (2-3, 0-4, 2-4, 3-1)

La Roma Nuoto domina a Palermo e batte 7-12 i padroni di casa del Telimar. Grande prova della squadra di coach Roberto Gatto, che risponde subito presente dopo la batosta presa nell’ultima giornata dalla Sport Management. Protagonista assoluto del match il nostro Francesco De Michelis, che a più riprese ha tirato giù la saracinesca davanti alle offensive dei palermitani. Ottimo lavoro anche da parte dei due centri, Spione e Lapenna, entrambi in gol e bravi a giocare per la squadra. La Roma Nuoto, trascinata dai suoi uomini migliori, porta a casa 3 punti pesantissimi che le faranno preparare in tranquillità la sfida di sabato prossimo 2 novembre al Foro Italico contro l’Ortigia.

La cronaca

Il primo tempo è quello più equilibrato della partita. Spione porta in vantaggio la Roma Nuoto, Zammit pareggia per i suoi. Ci pensano Paskovic e ancora a Spione mettere la freccia: è 1-3, da questo momento in poi la Roma sarà padrona della partita.

Nel secondo parziale Lapenna e compagni scavano un solco incolmabile per il Telimar Palermo. Proprio il nostro capitano e una tripletta di Camilleri scrivono 2-7 sul tabellone all’intervallo lungo: partita in mano ai giallorossi, ma c’è ancora metà gara da giocare.

Ancora Zammit prova a riaccendere la fiamma della speranza dei padroni di casa, ma De Robertis e due volte Paskovic allungano per la Roma Nuoto: 3-10 e massimo vantaggio degli ospiti. Prima della fine del terzo tempo, Galioto segna il 4-10 per il Telimar Palermo, ma il poker di Camilleri seda ogni possibilità di rimonta: 4-11.

Nel quarto tempo la squadra di coach Gatto amministrano il vantaggio di sei gol senza troppi patemi. Draskovic si iscrive al tabellino con una doppietta, ma la parola fine su una partita dominata in lungo e in largo la scrive il nostro Francesco Faraglia: è 6-12. Nel finale c’è tempo per il settimo gol del Palermo e per l’espulsione definitiva (e controversa) fischiata a Steven Camilleri. Ma è una nota stonata in una sinfonia perfetta: la Roma Nuoto trionfa a Palermo e siamo pronti a giurare che non sarà cosa facile per molti.

Queste le parole del nostro allenatore Roberto Gatto, visibilmente soddisfatto a fine gara: “Oggi i ragazzi sono stati perfetti. Vincere qui a Palermo e con questa autorità non è da tutti. Abbiamo preso uno schiaffo mercoledì (contro la Sport Management, ndr), ma abbiamo reagito alla grande. Sono molto contento della prestazione dei miei ragazzi. Oggi siamo partiti decisi, lavorando molto, molto bene in difesa e essendo cinici in attacco, sfruttando bene le superiorità numeriche. L’unica cosa che mi lascia un po’ l’amaro in bocca è l’espulsione di Steven (Camilleri, ndr) perché non c’era assolutamente niente”.

Telimar Palermo: Washburn, , Cesarò, Galioto 1, Di Patti, Occhione1, Zammit 2, Giliberti, Saric, Lo Cascio, Maddaluno, Draskovic 3, Migliaccio, Sansone. TPV: Ivano Quartuccio

Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, Graglia, Faraglia F. 1, Voncina, Tartaro, Camilleri 4, Paskovic 3, Lapenna 1, De Robertis 1, Spione 2, Innocenzi, Maiolatesi. TPV: Roberto Gatto.

Superiorità numeriche: Telimar Palermo 3/12, Roma Nuoto 6/12.

Note: Camilleri (R) espulso nel quarto tempo.

Arbitri: Pinato e Rovida

 

 

Andrea Esposito

 

Share

Comments are closed.