Serie A1, Società

Roma spenta, il Quinto vince 11-13

La Roma Nuoto perde 13–11 contro il Quinto e conosce la terza sconfitta consecutiva. 

Prestazione opaca dei giallorossi che giocano una gara molla in difesa, in cui subiscono troppi gol e confusionaria in attacco. È mancato lo spirito aggressivo e la determinazione avuto in altre occasioni e che in partite come queste, soprattutto giocate in casa, non può mai mancare. La reazione nella seconda parte di gara c’è stata ma è arrivata tardi. Troppi gli errori commessi dai capitolini ma spiace ancora una volta sottolineare una condotta dei signori arbitri che ha lasciato più di qualche dubbio, con almeno tre decisioni, che hanno influito pesantemente nel risultato finale.
Ora stop per le festività natalizie, dove ci sarà la possibilità di recuperare le energie sia fisiche che mentali. Alla ripresa bisognerà essere subito pronti e ritrovare la Roma di inizio stagione, che con tanto entusiasmo e consapevolezza dei propri mezzi, ha dimostrato di essere squadra temibile per tutti. Il 5 Gennaio i giallorossi saranno di scena nella fondamentale trasferta, contro il fanalino di coda Bogliasco. Impegno assolutamente da non fallire.
Nota positiva della serata, il ritorno al Foro Italico di Ludovico Moroni. L’attaccante giallorosso è uscito dall’ospedale e oggi non è voluto mancare. Per ora solo sugli spalti ma il lupo è tornato nel branco.
La cronaca. Nel primo tempo è il Quinto ha partire forte sfruttando un approccio leggero dei capitolini e si portano avanti 0-2. La reazione della Roma arriva per mano del classe 2001 Francesco Faraglia che indovina un gran tiro che si infila all’angolino basso. Il pareggio lo realizza il centroboa Michele Lapenna che trasforma dalla sua posizione ai due metri. Prima della fine del parziale, il Quinto va di nuovo avanti, chiudendo sul punteggio di 2-3.
Nel secondo tempo ancora i liguri a segno. Accorcia le distanze l’altro 2001 Matteo Ciotti che realizza in superiorità numerica con un gran diagonale. Ancora Quinto che si porta sul 3-5. Segna di nuovo Faraglia con un bel tiro all’incrocio dei pali ma gli ospiti non si scompongono e sfruttano le disattenzione dei capitolini e realizzano altre due reti. Prima della fine del tempo si sblocca il bomber maltese Steven Camilleri che realizza di potenza alla sua maniera. Si va al cambio campo sul punteggio di 5-7.
Nel terzo tempo la musica non cambia. Botta e risposta. Allunga il Quinto, 5-8. Accorcia le distanze la Roma con il giovane centroboa Classe 1999 Matteo Spione che prima si conquista una superiorità numerica e poi la trasforma velocemente sotto porta. Ancora a segno gli ospiti, 6-9. Risponde Vjekoslav Paskovic che segna in contropiede. Di nuovo Quinto. Risponde il difensore classe 2000 Michele De Robertis con un potente tiro sopra la testa del portiere. I giallorossi però non tengono dietro e gli ospiti li puniscono con due gol consecutivi. Prima della fine del tempo va ancora a segno Camilleri che porta i suoi sul 9-12.
Nel quarto parziale la Roma prova a reagire. Rientra in partita trascinata dal suo bomber. Arrivano due reti consecutive di Stevie Camilleri che porta i giallorossi a meno uno. La partita sembra girare e c’è la possibilità per pareggiarla. I capitolini falliscono un paio di occasioni e sul finire di gara Quinto chiude il match con il gol che vale i tre punti.

Roma Nuoto-Quinto 11-13

(2-3, 3-4, 4-5, 2-1)
Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti 1, Faraglia 2, De Santis, Camilleri J., Spione 1, Camilleri S. 4, Paskovic 1, Lapenna M. 1, De Robertis 1, Africano, Innocenzi, D’ascoli. All. Gatto R.
Iren Genova Quinto: Pellegrini, Paunovic, Vavic 3, Mugnaini 1, Brambilla F. 3, Lindhout 1, Gavazzi, Bielik 1, Boero, Bittarello 1, Gitto N. 3, Amelio, Pellerano. All. Luccianti.
Arbitri: Centineo e Lo Dico.
Superiorità numeriche: Roma Nuoto 4/12, Quinto 2/6.
Note: uscito per limiti di falli: Gitto (Q) nel quarto tempo.
Share

Comments are closed.