Serie A1, Società

Roma a testa alta, Brescia troppo forte, finisce 7-13

La Roma Nuoto perde 13-7 contro l’AN Brescia. I giallorossi non sfigurano davanti alla capolista. Faticano ad entrare in partita e soprattutto nel primo parziale sono le parate di un ottimo Francesco De Michelis, che oggi festeggiava la presenza numero 100 con la calottina della prima squadra capitolina, che permettono di tenere il punteggio basso. Nel secondo parziale i lombardi allungano. Negli altri due tempi Africano e compagni prendono coraggio, sospinti da un grande pubblico – anche oggi sono più di 600 le persone presenti – e trascinati dalle grandi giocate del bomber maltese Stevie Camilleri.
La gara si fa cosi combattuta ed entrambi i parziali finiscono in parità (3-3 e 4-4), rendendo meno amara la sconfitta. I giallorossi hanno dimostrato ancora una volta di aver intrapreso la strada giusta ma soprattutto una continua e costante crescita che fa ben sperare per il futuro.

Da segnalare l’ennesimo esordio in massima serie di un altro giovanissimo del vivaio Roma Nuoto, il classe 2003 Pietro Faraglia.

Sabato prossimo i capitolini saranno impegnati nella difficile trasferta di Siracusa contro l’Ortigia. Sarà gara molto complicata ma non impossibile e la Roma si giocherà le sue carte sapendo anche di poter nuovamente contare sul rientro in squadra di Vjekoslav Paskovic e in panchina del tecnico Roberto Gatto che hanno scontato, con oggi, le due giornate di squalifica.

La cronaca. Primi due parziali tutti a favore del Brescia. Sblocca la gara Valerio Rizzo con un gran diagonale. Il primo tempo si chiude 0-2. 
Nel secondo tempo i lombardi allungano con altre 4 reti andando al riposo lungo avanti 0-6.
Nel terzo parziale prima segna Brescia con Figlioli poi si sblocca la Roma con un gran tiro di Steven Camilleri. Botta e risposta. Prima segna Brescia poi accorcia sempre uno scatenato Camilleri. Due reti consecutive del campione croato Peter Muslim a cui risponde prima il giovane classe 2001 Matteo Ciotti con un bel tiro dalla distanza e poi il solito Stevie Camilleri chiudendo così il tempo sul 4-10.
Nel quarto tempo prima allunga Brescia e poi risponde Roma con due reti consecutive. Prima è una bella giocata del giovane centroboa classe 1999 Matteo Spione, che realizza con un delizioso tocco sotto porta, in seguito ad un bellissimo assist di Jordan Camilleri. Poi è ancora il bomber Camilleri che fa quaterna, realizzando con un bolide dei suoi. Arrivano due reti consecutive degli ospiti prima della splendida rete che chiude l’incontro, firmata dal giallorosso classe 2001 Francesco Faraglia che trova un gran tiro, che si infila all’incrocio dei pali.

“Oggi abbiamo affrontato una gara dura contro una squadra fortissima però non abbiamo sfigurato e di questo sono contento” le parole del tecnico Roberto Gatto, oggi in tribuna per scontare l’ultimo turno di squalifica. “Abbiamo faticato soprattutto all’inizio poi ci siamo sciolti, sfruttando anche un loro comprensivo rilassamento. Abbiamo dimostrato di essere presenti. I ragazzi sono stati bravi, sono abbastanza soddisfatto della prova. Giocare contro queste squadre non è assolutamente facile. Ora archiviamo subito questa sconfitta e ci prepareremo al meglio per i prossimi importanti impegni”.

Roma Nuoto-Brescia 7-13

(0-2, 0-4, 4-4, 3-3)
Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti 1, F. Faraglia 1, De Santis, J. Camilleri, Spione 1, S. Camilleri 4, P. Faraglia, Lapenna M., De Robertis, Africano, Innocenzi, D’Ascoli. All. Fabbri.
Brescia: De Lungo, Guerrato 1, C. Presciutti 1, Figlioli 2, Gallo 1, Rizzo 2, Muslim 4, Nora, N. Presciutti 1, Bertoli, Janovic 1, Vukcevic, Morretti. All. Bovo.
Arbitri: Lo Dico e Pascucci.
Superiorità numeriche: Roma Nuoto 0/2, Brescia 6/9.
Note: nessun uscito per limite di falli.
Share

Comments are closed.