Serie A1, Società

Rammarico Roma, solo un pareggio contro Trieste

Roma Nuoto – Pallanuoto Trieste 12-12 (3-3, 3-3, 3-2, 3-4)

Grande rammarico in casa Roma Nuoto. Non è bastata una prestazione super contro la lanciatissima Pallanuoto Trieste per tornare alla vittoria. Dopo una gara molto equilibrata, il 12-12 finale fa morale ma non classifica per la squadra di Roberto Gatto, fortemente amareggiato alla conclusione del match. Sottolineiamo un ultimo minuto di partita abbastanza strano. La Roma è avanti di due gol ma nell’ultimo minuto la coppia arbitrale, oggi incappata in una giornata negativa, condiziona il risultato finale fischiando due espulsioni più che discutibili.

La cronaca

Parte forte la Roma Nuoto, con Paskovic che mette dentro la prima palla giocabile della partita. Petronio buca De Michelis sul suo palo e pareggia per i suoi, poi Gogov piazza all’incrocio due palloni in rapida successione e porta il Trieste avanti 1-3. De Robertis riavvicina i giallorossi ai friulani, subito dopo è capitan Lapenna a conquistare e realizzare la superiorità del 3-3 con cui si chiude il primo tempo di gioco.

Il secondo parziale si apre con il nuovo vantaggio degli ospiti, a firma di Vico. La Roma spreca davanti e Milakovic segna in superiorità il 5-3 per il Trieste. Il bomber Steven Camilleri riapre il match con un contropiede vincente: è 4-5. Francesco Faraglia sfrutta al meglio un’espulsione conquistata da Lapenna e sigla il pareggio per la Roma Nuoto. Vico riporta avanti il Trieste, ma la Roma non ci sta e segna subito con Spione: è 6-6, gara equilibratissima.

Dopo il cambio campo il Trieste conquista un rigore che Gogov realizza con freddezza. Pronta la risposta della Roma Nuoto: alzo e tiro vincente di Paskovic, 7-7 e doppietta per il montenegrino. Al Foro Italico si alzano i decibel, la Roma spinge e trova il vantaggio su rigore con Camilleri: 8-7. Poi sale in cattedra Innocenzi: sua la splendida palomba che vale un 9-7 parecchio apprezzato dal pubblico. Gogov è implacabile e fa poker su rigore: 9-8 e fine terzo tempo.

Non molla mai il Trieste, in gol con Vico e Petronio: 9-10 e ospiti di nuovo avanti. Ma ancora Camilleri trova la via del pareggio, 10-10. Francesco Faraglia segna di nuovo in superiorità e regala alla Roma un fondamentale vantaggio. De Michelis sbarra la strada agli attacchi friulani, Spione disegna una magia e fa guadagnare il secondo rigore alla Roma. Camilleri non sbaglia: 12-10. Gogov trova subito il quinto gol personale, poi nei secondi finali Mezzarobba ammutolisce il Foro Italico sull’ennesima generosa espulsione concessa dai direttori di gara. Finisce 12-12, ma questa Roma avrebbe meritato molto di più.

Queste le parole a caldo del nostro allenatore Roberto Gatto: “Sono amareggiato, a meno di un minuto dalla fine eravamo in vantaggio di due gol eppure non abbiamo vinto. Continuiamo, purtroppo, a prendere troppi gol, anche se oggi qualcuno è stato segnato in situazioni un po’ strane diciamo. Ho visto comunque un miglioramento da parte dei miei e una grande voglia di rivincita: questa sarà fondamentale anche nelle due prossime partite contro Salerno e Canottieri Napoli. Tengo a ringraziare il nostro pubblico, che come sempre ha gremito gli spalti del Foro Italico e ci ha spinto a dare quel qualcosa in più”.

“Peccato non aver vinto oggi, credo lo avremmo meritato”, dice a caldo il difensore giallorosso Andrea Tartaro. Che continua: “Abbiamo preso gol evitabili su errori nostri, dobbiamo migliorare. Ma davanti abbiamo fatto molto bene, sono contento della prova di oggi. Siamo giovani e ci è mancato quel pizzico di cattiveria agonistica e di esperienza in più. Ora vengono due partite importanti e speciali per me: a Salerno troveremo un campo caldissimo mercoledì, poi sabato affronteremo al Foro la Canottieri Napoli. Per me sarà come giocare contro dei fratelli, sono legatissimo a loro e all’ambiente, ma ora sono qui e voglio fare bene con la Roma”.

Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, Voncina, Faraglia F. 2, Faraglia P., Tartaro, Camilleri 4 (1 rig), Paskovic 2, Lapenna 1, De Robertis 1, Spione 1, Innocenzi 1, Maiolatesi. TPV: Roberto Gatto.

Pallanuoto Trieste: Oliva, Podgornik, Petronio 2, Rocchi, Panerai, Turkovic, Gogov 5 (2 rig), Milakovic 1, Vico 3, Mezzarobba 1, Spadoni, Mladossich, Pressegatti. TPV: Daniele Bettini.

Superiorità numeriche: Roma Nuoto 4/7 + 2/2 rigori, Pallanuoto Trieste 4/12 + 2/2 rigori.

Note: la Roma Nuoto scende in acqua con un segno rosso sul viso data la vicinanza del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Espulso Lapenna (R) per proteste nel quarto tempo.

Arbitri: Brasiliano e Fusco.

 

Andrea Esposito

Ufficio stampa Roma Nuoto

 

Share

Comments are closed.