(4-3, 4-2, 2-1, 4-3)
Roma Nuoto: De Michelis, De Santis, Faraglia, Moroni 2, De Robertis 1, Navarra, Camilleri 4, Innocenzi, Lapenna 3, Calcaterra 3, Africano 1, Narciso, Pinci. All. Gatto.
Famila Muri Antichi: Ruggieri, Fellner 2, Nicolosi, Zovko 1, Leonardi, Aiello 1, Scebba 1 (1 rig.), Belfiore, Castagna 1, Paratore 2, Calarco 1, Reina, Tropea. All. Puliafito.
Arbitri: L. Bianco e Valdettaro.
Superiorità numeriche: Roma Nuoto 8/13, Muri Antichi 6/11 + un rigore.
Note: uscito per limite di falli Scebba (M) nel quarto tempo.
IL COMUNICATO DELLA F.I.N.
Il poker di Camilleri permette alla Roma Nuoto di avere la meglio sulla Polisportiva Muri Antichi. La prima parte di gara è ricca di gol e termina 4-3 per i padroni di casa che, dopo essere andati avanti sul 2-0, si sono fatti rimontare e superare dagli ospiti salvo poi tornare in vantaggio grazie a Calcaterra e De Robertis. Nel secondo tempo i giallorossi aumentano ulteriormente il loro vantaggio portandosi sull’8-5 al cambio campo. La terza frazione si conclude 2-1 per gli uomini di Gatto che vanno a segno con Africano e Lapenna, a cui risponde Fellner: ad otto minuti dalla fine della gara è 10-6 il punteggio. Nell’ultimo periodo (4-3) la Roma Nuoto allunga ulteriormente lo scarto e porta a casa tre punti fondamentali che le permettono di raggiungere il terzo posto in classifica.