Il Derby della capitale si tinge di giallorosso, vince Roma 12-11.

La Roma Nuoto centra la prima vittoria stagionale e lo fa nella partita più importante. Con questa affermazione i giallorossi staccano in fondo alla classifica proprio i cugini biancocelesti.

I ragazzi di Massimo Tafuro si dimostrano superiori fin dalle prime battute, l’approccio alla gara è stato devastante con De Michelis e compagni che volano fino al 4-1 poi si rilassano, commettono qualche errore di troppo e permettono agli avversari, mai domi, di riavvicinarsi nel punteggio. Questa volta i giallorossi non si disuniscono e nel momento delicato del match piazzano il break che risulta decisivo per la vittoria. Si festeggia ma con la testa già alla prossima gara. Il calendario, infatti, presenta un’altra gara fondamentale, sabato prossimo i capitolini si recheranno a Napoli per sfidare il Posillipo in una gara che mette di nuovo punti fondamentali per la zona salvezza. Non sono ammessi cali di concentrazione e passi falsi, servirà un’altra prestazione importante.

La cronaca della partita
Match sentito da entrambe le parti che si sblocca dopo un minuto e mezzo di gara per mano di Vitale che da posizione centrale infila la prima rete per la Lazio. Pronta reazione della Roma Nuoto che ribalta subito il punteggio. Prima segna Matteo Ciotti con un bel tiro dalla distanza poi ci pensa Michele De Robertis a togliere le ragnatele dal set a cui segue Matteo Spione che fa un bel gol dalla sua posizione di centroboa. Arriva anche la quarta rete della Roma Nuoto sempre a uomini pari, per mano di Slavko Calic che segna con un bel tiro al volo dalla distanza. A 22 secondi dalla fine del parziale la Lazio accorcia con Ferrante, è 4-2. Nel secondo tempo Francesco Faraglia segna con un gran gol è 5-2. È sempre Ferrante per la Lazio a tenere il passo dei giallorossi realizzando due reti consecutive. Ci pensa Pietro Faraglia, classe 2003, a realizzare il 6-4 volando in contropiede. Prima del riposo lungo Lazio accorcia le distanze. Nel terzo tempo la gara è viva e la Lazio centra la rimonta pareggiando le sorti sempre con Ferrante. Pietro Faraglia rida il vantaggio ai suoi segnando da posizione defilata, 7-6. Ancora Roma, in superiorità numerica segna Samuele Boezi anche lui classe 2003, che realizza dal palo. Accorcia le distanze Leporale per la Lazio ma Ciotti trova l’angolo giusto e da il doppio vantaggio alla Roma, 9-7. Nel quarto tempo dopo due minuti di gioco segna Vitale per la Lazio ma risponde subito una scatenato Ciotti che con un diagonale fa il 10-8. Risponde la Lazio ma a questo punto sale in cattedra super Francesco Faraglia che prima con una magia libera davanti alla porta Boezi che non può sbagliare e poi è sempre bomber Faraglia, ventunesima rete stagionale per lui a dare il vantaggio decisivo. A nulla servono le ultime due reti della Lazio, una delle quali con il portiere in attacco. E’ festa giallorossa!

È Massimo Tafuro a commentare la gara:” Inizio con il fare i complimenti alla Lazio che non ha mai mollato e che ha provato sempre a rientrare non dandosi mai per vinta fino alla fine. A noi questa vittoria ci serviva, l’abbiamo voluta e cercata con tutte le nostre forze. A tratti abbiamo fatto una buona pallanuoto ma in alcuni momenti abbiamo commesso degli errori che non si possono commettere e che stavano per vanificare quello che di buono avevamo fatto, soprattutto ad inizio gara. Faccio i complimenti ai miei ragazzi e spero che questa vittoria ci dia la spinta giusta per le prossime importanti partite che ci aspettano da qui alla fine del girone d’andata. Dobbiamo crescere in consapevolezza dei nostri mezzi, io sono convinto che abbiamo dei grandi margini di miglioramento, dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo in settimana. Bravi ragazzi!”

Il tabellino

ROMA NUOTO-SS LAZIO NUOTO 12-11

ROMA NUOTO: F. De Michelis, M. Ciotti 3, J. Di Santo, F. Faraglia 2, P. Faraglia 2, A. Tartaro, M. De Robertis 1, Ballarini, S. Boezi 2, S. Calic 1, M. Spione 1, G. Di Mario, M. Maizzani. All. Tafuro

SS LAZIO NUOTO: M. Rossa, M. Ferrante 4, R. Maddaluno, J. Gambin, A. Vitale 3, L. Marini, D. Caponero, V. Paskovic 1, M. Leporale 1, S. Augusti 1, L. Checchini 1, A. Nenni, M. Serra. All. Sebastianutti

Arbitri: Nicolosi e Ricciotti

Note

Parziali: 4-2 2-3 3-2 3-4 Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Roma 3/7 e Lazio 1/4