Serie A1, Società

La Roma Nuoto regala un gran derby alla sua città: finisce 9-7

Roma Nuoto – Lazio Nuoto 9-7 (4-0, 3-3, 1-1, 1-3)

Roma, Roma, Roma! I giallorossi partono fortissimo e mangiano la Lazio nel derby. Al Foro Italico finisce 9-7 per la squadra di Tafuro, attentissima in difensa e cinica davanti, dove meritava di più e un risultato più rotondo. Super prestazione di capitan De Michelis, che aiuta e spinge i suoi parando il parabile e anche di più. Con questa vittoria, la Roma Nuoto sale a 9 punti in classifica e stacca di nove lunghezze l’ultimo posto, occupato proprio dai biancocelesti.

La cronaca

Prima fase nuotata del match, con le difese – e soprattutto i portieri – che prevalgono sui rispettivi attacchi. Poi la sblocca la Roma: prima segna De Robertis, poi Tartaro da doppio centro, entrambi in parità numerica: 2-0. La Lazio sbatte ancora su un super De Michelis, mentre i giallorossi si sbloccano in superiorità. Marko Vavic mette dentro da posizione 4, poi Faraglia dal lato opposto, sempre in extra player. Al primo riposo è 4-0 Roma Nuoto, perfetta dietro e cinica davanti.

I biancocelesti partono fortissimo: Vitale scuote i suoi e segna rapidamente una doppietta, 4-2. Ciotti entra forte dal perimetro, Antonucci lo affonda: è rigore, Faraglia non sbaglia, 5-2. Caponero riporta sotto la Lazio, che però sbaglia su uomo in più. Marko Vavic, invece, non perdona: riceve al volo e da 1 spinge in porta il 6-3 per i padroni di casa. De Michelis è sempre una garanzia e respinge puntualmente ogni attacco di una Lazio più viva. Time out di coach Tafuro: in extra player Nikola Vavic pesca Tartaro su palo 6, che non sbaglia, 7-3. 

Espulsioni da una parte e dall’altra ma non segna nessuno. Capitan De Michelis è insuperabile: respinge prima un velenoso tiro di Vitale, poi un tiro di Colosimo, solo davanti al portiere. In attacco la Roma Nuoto gira benissimo due superiorità, ma in nessuna delle due fa gol, merito anche di un super Soro. Bobbi sorprende da 1 la difesa giallorossa, 7-4. La Lazio reclama un rigore, sul ribaltamento di fronte De Robertis mette dentro l’8-4 poco prima della fine del terzo tempo.

De Michelis è senza dubbio il migliore dei ventisei in vasca: la saracinesca è abbassata e fa guardare con meno attenzione anche gli errori offensivi dei compagni. Nulla può, però, sulla splendida rovesciata di Leporale, 8-5. Casasola dall’altra parte guadagna una superiorità, che realizza lui stesso grazie a un assist al bacio di Ciotti, è 9-5. Rigore per la Lazio, Vitale dai 5 metri non sbaglia: 9-6. Di nuovo penalty per i biancocelesti, di nuovo Vitale e gol del definitivo 9-7: Roma ha vinto! 

«Siamo partiti benissimo e devo fare i complimenti ai miei ragazzi per la tenuta difensiva», commenta a caldo l’allenatore della Roma Nuoto, Massimo Tafuro. Che continua: «Oggi siamo stati bravi a concedere poco, aiutati anche da un De Michelis superbo. Lui, come tanti altri nostri giovani, non sa ancora di cosa potrebbe essere capace. I 3 punti di oggi sono fondamentali, ma non decisivi: non faccio calcoli, con il Metanopoli sarà un’altra battaglia da vincere».

Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, Vavic M. 2, Faraglia F. 2 (1 rig), Faraglia P., Martinelli, De Robertis 2, Vavic N., Boezi, Casasola 1, Spione, Tartaro 2, Maiolatesi. TPV: Massimo Tafuro.

S.S. Lazio Nuoto: Soro, Provenziani, Colosimo, Tarquini, Vitale 4 (2 rig), Marini, Caponero 1, Antonucci, Leporale 1, Narciso, Maddaluno, Bobbi 1, Moscardelli. TPV: Claudio Sebastianutti.

Superiorità numeriche: Roma Nuoto 4/10 1/1 rigore, Lazio Nuoto 1/8 + 2/2 rigori.

Arbitri: Gomez e Guarracino.

 

Andrea Esposito

Ufficio stampa Roma Nuoto

Share

Comments are closed.