Interviste, Società

Intervista al vicepresidente Luigi Grossi

Vicepresidente Grossi, possiamo fare un bilancio di questo 2016 appena concluso?

Il bilancio è stato buono, gli obiettivi sono sempre più ambiziosi e di conseguenza più difficili da raggiungere… Ma, ad essere onesti, la scorsa stagione abbiamo mancato due risultati a cui tenevamo molto, ossia il campionato Under 17 e la promozione in Serie A1. Nonostante tutto questo, siamo riusciti ad arrivare quarti tra tutte le società italiane, nella speciale classifica che la Federnuoto stila ad ogni fine stagione in base ai meriti sportivi conseguiti durante la stessa.

Quanto è cresciuta la Roma Nuoto nell’ultimo anno?

Una società come la Roma, che ha l’entusiasmo e la voglia costante di migliorarsi, cresce esponenzialmente ogni anno. Basti pensare che il 2017 sarà il nostro nono anno di vita e proprio per questo motivo abbiamo ancora moltissima esperienza da poter accumulare. Non nascondo che quello che ci rallenta non siamo noi, ma l’ambiente circostante con cui lavoriamo, che purtroppo non sta al nostro passo.

Negli ultimi mesi è aumentato visibilmente il numero dei convocati in nazionale di giocatori della Roma Nuoto. Quant’è importante e prestigioso per una squadra che milita in Serie A2?

Indubbiamente molto prestigioso, ma è soltanto il risvolto esteriore dello splendido lavoro che il nostro staff sta compiendo, dagli acquagol alla prima squadra. Un lavoro davvero professionale che raramente ho visto nella pallanuoto.

Cosa teme di più in questa stagione? Pesa ancora la sconfitta in finale dello scorso anno?                                              

Ritengo che ogni anno faccia storia a sé: bisogna far tesoro degli errori commessi per evitare che si ripetano, ma sono altresì convinto che la sconfitta in finale non peserà, anzi sarà un ulteriore stimolo.

Qual è il bilancio dei tornei organizzati dalla Roma, come l’Halloween Tournament e il Meeting Nazionale di Nuoto?

Due organizzazioni fantastiche, impeccabili! Un modo per propagandare sempre di più gli sport acquatici e far conoscere la Roma Nuoto in tutti gli ambienti.

Tra tutte le società di nuoto e pallanuoto, la Roma è la più seguita sui social e ha avuto una crescita esponenziale. Quanto è importante la comunicazione per voi e quali sono gli obiettivi per questo 2017?

I nostri numeri sono incredibili! Mai nella storia del nuoto e della pallanuoto una società ha raggiunto tale visibilità, e stiamo parlando di una squadra di Serie A2 e di un settore nuoto neocostituito. Il prossimo passo sarà quello di far capire alle aziende quanto valgono i numeri dei nostri social, in modo tale da poter reperire sempre più risorse per i nostri settori.

A tal proposito mi sento di dover fare un plauso al nostro direttore marketing Marco Gallo, è giovane e determinato, in pieno stile Roma Nuoto!

La Roma Nuoto ed i giovani…il 2017 sarà il loro anno?

Difficile dirlo, ma spero proprio di sì, puntiamo tutto su di loro…

Un messaggio per tutti i tifosi?

Innanzitutto voglio ringraziarli, poiché senza di loro la Roma non avrebbe motivo di andare avanti. E poi voglio invitarli a seguirci sempre più numerosi durante le nostre partite: il calore del nostro tifo sarà sempre più determinante per vincere partite e campionati.

           

 

Share