Serie A1, Società

È ancora A1: la Roma vince 12-8 e conquista la matematica salvezza

Roma Nuoto – Pallanuoto Metanopoli 12-8 (4-4, 4-0, 2-1, 2-3)

Una grande Roma Nuoto si sbarazza 12-8 della Pallanuoto Metanopoli e conquista con tre giornate di anticipo la matematica salvezza. Al Foro Italico match mai in discussione, con i giallorossi che piazzano subito due break micidiali (4-0 e 8-4, ndr) che stroncano in partenza le speranze di vittoria degli ospiti. Dopo un’annata difficile, travagliata e a tratti drammatica quando il Covid sembrava aver puntato la squadra, Massimo Tafuro e i suoi ragazzi possono ora festeggiare e puntare a un finale di campionato tranquillo.

La cronaca

Ciotti conquista il primo pallone del match, che Casasola apre con una fantastica beduina: 1-0. Poco dopo,  Francesco Faraglia si conquista e realizza il rigore del 2-0. Ma la Metanopoli è viva: la riapre Di Somma, poi De Robertis allunga di nuovo: 3-1. Poi Bianco e Ravina pareggiano su due disattenzioni dei giallorossi. Pietro Faraglia mette di nuovo la freccia in extra player, ma Lanzoni ripaga con la stessa moneta: 4-4 al primo intervallo.

Il secondo tempo inizia come il primo: stavolta Casasola conclude con una gran bella sciarpa un’azione offensiva gestita bene dalla Roma, 5-4. Altro uomo in più e altro gol di Pietro Faraglia, stavolta da posizione 1: 6-4. Superiorità numerica per i capitolini, splendido l’assist di Tartaro per De Robertis che deve solo spingere in rete: è 7-4 Roma Nuoto. I giallorossi sporcano il 100% su uomo in più, ma subito dopo Marko Vavic piazza in contropiede l’8-4 con cui si conclude la frazione. 

Fase nuotata della gara, poi Marko Vavic spedisce in rete il siluro del 9-4. Poco dopo, Francesco Faraglia viene lasciato libero di colpire da posizione 2 e non perdona: 10-4 Roma. La Metanopoli si rifa viva dopo una lunga assenza al gol, 10-5. Tanti errori da una parte e dall’altra, termina così il terzo parziale.

Il quarto tempo comincia con un gran gol di Ciotti, 11-5. Risponde il Metanopoli, anche grazie a una sfortunata deviazione di Faraglia: 11-6. Ciotti è ispirato e segna ancora, mettendo in rete rapidamente dopo una superiorità numerica, 12-6. Dall’altra parte, i lombardi sono vivi e segnano ancora due volte: finisce 12-8. Vittoria fondamentale per la Roma Nuoto, che anche in una stagione travagliata come questa non sbaglia e conquista con largo anticipo la permanenza in serie A1.

La grinta di Massimo Tafuro: «Siamo stati bravi, ma ora voglio 21 punti»

«Sono soddisfatto e contento per i ragazzi», commenta coach Massimo Tafuro, «quest’anno è stata dura ma abbiamo conquistato la salvezza. La partita di oggi l’abbiamo interpretata bene, siamo partiti subito forte e abbiamo messo tra noi e loro un gap che abbiamo portato fino alla fine. Da qui a fine mese ci aspettano però altre tre partite. Ho già detto alla squadra che il mio obiettivo è fare 21 punti: non dobbiamo sederci, abbiamo le qualità per fare bene e crescere ancora».

Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti 2, Vavic M. 2, Faraglia F. 2 (1 rigore), Faraglia P. 2, Voncina, De Robertis 2, Gatto, Boezi, Casasola 2, Spione, Tartaro, Maiolatesi. TPV: Massimo Tafuro.

Pallanuoto Metanopoli: Cavo, Baldineti, Brambilla, Bianco L. 2, Di Somma 1, Ravina 2, Lanzoni 1, Monari, Bianco G. 2, Busilacchi, Cimarosti, Caliogna, Cardona. TPV: Simone Binelli.

Superiorità numeriche: Roma Nuoto 4/10 + 1/1 rigore, Pallanuoto Metanopoli 3/6.

Arbitri: Schiavo e Lo Dico.

 

Andrea Esposito

Ufficio stampa Roma Nuoto

Share

Comments are closed.