Serie A1, Società

Disastro Roma, sconfitta a Bogliasco

Inizia nel peggiore dei modi il 2019 per la Roma Nuoto, uscita sconfitta 9-5 nella sfida contro il Bogliasco.
Primi due parziali in sostanziale equilibrio, ultimi due, tutti in favore dei padroni di casa, che trovano, con merito, la prima vittoria stagionale.

Non si è vista la solita Roma. I giallorossi sono apparsi contratti fin dalle prime bracciate, forse ha pesato oltre modo la pausa per le festività. Sono stati tanti gli errori commessi e nel finale anche troppo il nervosismo visto in acqua. 
Ora bisognerà subito resettare e ripartire. Sabato, ultimo incontro del girone d’andata. Si torna fra le mura amiche del Foro Italico, in un match delicato contro il Posillipo, sconfitto oggi dalla BPM Sport Management.
La cronaca. È la Roma a rompere l’iniziale equilibrio andando in rete con il classe 2001 Francesco Faraglia in superiorità numerica. Pari e sorpasso Bogliasco, 2-1. Prima della fine del parziale arriva il pareggio giallorosso per mano del centroboa Michele Lapenna che finalizza una superiorità numerica. 
Nel secondo tempo la Roma va avanti 2-3 con il difensore classe 2000 Michele De Robertis. Pareggio dei padroni di casa. Nuovo vantaggio dei capitolini 3-4 ancora una volta con Faraglia, sempre in superiorità numerica. Pari e sorpasso Bogliasco che si porta al riposo lungo avanti 5-4.
Nel terzo tempo una sola rete, ancora dei padroni di casa, che allungano nel punteggio, 6-4.
Nel quarto parziale il Bogliasco allunga definitivamente con due reti consecutive prima che la rete di Jordan Camilleri rompa il digiuno giallorosso. C’è tempo ancora per una rete dei padroni di casa che chiudono il match sul 9-5.
Le parole del tecnico giallorosso Roberto Gatto: “Oggi abbiamo offerto una prestazione non all’altezza di questo tipo di partite. Loro hanno giocato con grande determinazione e hanno vinto con merito. Noi siamo mancati in tutto. Forse non sono stato in grado di infondere la giusta carica nel prepartita. Ne parlerò con i miei ragazzi in settimana. Non abbiamo altra strada che metterci sotto durante gli allenamenti, lavorare con maggior intensità e prepararci al meglio per la prossima importante partita”. 
Share

Comments are closed.