Serie A1, Società

Contro il Posillipo per la storia, la Roma Nuoto si gioca la Final Six

La Roma Nuoto sfiderà sabato alle ore 18.00 a Casoria, il Posillipo, nel match valevole per la tredicesima ed ultima giornata di ritorno del campionato di Serie A1.

Sarà una gara delicata. I napoletani hanno già conquistato da tempo la quarta posizione in classifica a ridosso delle big e sono già certi dell’accesso ai Play Off. La Roma Nuoto è in piena lotta. Il campionato mette ancora a disposizione l’ultimo posto utile, il sesto, ora condiviso da 4 squadre. Vincere sabato, vorrebbe dire mettere una seria ipoteca ma sarà complicato. Il Posillipo è squadra di valore. Ha disputato un grandissimo campionato, conquistando 43 punti, realizzando 222 reti e subendone 201. Il miglior marcatore è il giovane Massimo Di Martire che ha totalizzato 43 reti. A seguire ci sono il mancino Edoardo Manzi con 34 e Rossi con 30. Gli altri punti di forza sono giocatori esperti come il portiere Tommaso Negri, il centroboa Luca Marziali, il difensore e capitano Paride Saccoia e l’attaccante Giuliano Mattiello, sono loro i veri trascinatori della squadra che è inoltre composta da tanti ottimi giovani del proprio vivaio.

All’andata a Roma si impose il Posillipo 6-3, gara in cui i giallarossi non espressero un grandissimo gioco. Da quella partita però i capitolini ripartirono con le motivazioni giuste, che hanno poi permesso di disputare un girone di ritorno pazzesco che ha portato la salvezza diretta.

In casa Roma Nuoto. La sconfitta di sabato scorso ha lasciato qualche ferita e non ha dato la possibilità di festeggiare nel migliore dei modi quanto fatto. L’obiettivo stagionale è stato ampiamente raggiunto però c’è la speranza di chiudere in bellezza e sarebbe il giusto premio. I ragazzi hanno lavorato in settimana con serietà e determinazione e sono pronti a scendere in acqua per dare il massimo. La fase difensiva dovrà funzionare alla perfezione, con sacrificio e molta attenzione da parte di tutti. In attacco bisognerà avere gestione del gioco, essere precisi e sbagliare pochissimo.

Mister Roberto Gatto dovrà fare a meno di capitan Africano, fermato dalla giustizia sportiva per le presunte proteste avute al termine della gara contro il Bogliasco, al suo posto il classe 2003 Pietro Faraglia. Proprio il tecnico romano ci parla del match: “Giochiamo contro la quarta forza del campionato. Sono un’ottima formazione, ben allenata e completa in ogni reparto. Noi l’affronteremo come abbiamo sempre fatto, giocando la nostra pallanuoto. Con attenzione massima in difesa e gestione del gioco e del pallone in attacco. Dovremo commettere pochissimi errori e rimanere concentrati per tutto l’arco della partita. Ho chiesto ai miei ragazzi di provarci, alla fine vedremo cosa abbiamo conquistato, tenendo bene a mente che quello che abbiamo fatto è già tantissimo”.

Share

Comments are closed.